Venezuela: suicida oppositore governo

Era detenuto nella sede dei servizi di intelligence Sebin

(ANSA) - CARACAS, 9 OTT - Il Procuratore generale della Repubblica del Venezuela, Tarek William Saab, ha reso noto che "Fernando Alberto Albán, consigliere comunale di un municipio della capitale e dirigente del partito (oppositore) Primero Justicia (Pj), si è suicidato" mentre era detenuto nella sede dei servizi di intelligence venezuelani, Sebin.
    In una intervista telefonica con la tv statale Vtv Saab ha aggiunto che "questo cittadino era indagato nella causa riguardante il tentativo di attentato di agosto ai danni del presidente, Nicolás Maduro".
    Il suo "arresto senza un mandato del magistrato" era stato stato denunciato in un comunicato due giorni fa dal Pj.
    Secondo informazioni preliminari ricevute dal Sebin, ha ancora detto, "Albán ha chiesto di andare al bagno e quando è stato all'interno ha aperto la finestra e si è lanciato nel vuoto dal 10/o piano".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA