Brasile: Lula, indagini una 'carognata'

Ex presidente ribadisce sua candidatura nel 2018

(ANSA) - SAN PAOLO, 14 MAR - L'ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva ha definito "una carognata omerica" le indagini nei suoi confronti e, durante la sua deposizione dello scorso 4 marzo, ha aggiunto che alla fine dell'inchiesta qualcuno dovrà chiedergli scusa. La trascrizione della deposizione di Lula è stata resa pubblica dai magistrati che conducono l'inchiesta 'Lava Jato', che ha scoperchiato un giro di tangenti a politici e imprenditori con denaro prelevato dalle casse dell'azienda petrolifera statale Petrobras. L'ex presidente è stato prelevato all'alba lo scorso 4 marzo dalla polizia federale nella sua casa alla periferia di San Paolo e condotto in un ufficio della PM nell'aeroporto di Congonhas, dove è stato interrogato dai magistrati per oltre tre ore. Lula ha definito le indagini sull'immobile di lusso una "carognata omerica" per tentare di coinvolgerlo nella Tangentopoli brasiliana e ha fatto mettere a verbale che intende candidarsi alle presidenziali del 2018.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA