Salamé, libici non accettano forza pace

E comunità internazionale non vuole inviarla,bastano osservatori

(ANSA) - BERLINO, 21 GEN - L'inviato speciale dell'Onu sulla Libia, Ghassan Salamé, è contrario all'invio di truppe internazionali per la pace in Libia. È quello che ha detto in un'intervista alla Welt. "In Libia non si accettano le truppe straniere. E neppure vedo nella comunità internazionale la disponibilità a mandarne". L'importante adesso è che il cessate il fuoco si traduca in una tregua duratura, ha aggiunto. A questo scopo non servono i caschi blu, ma un piccolo numero di osservatori militari. La Commissione militare 5+5, ha ribadito Salamè, si incontrerà per la prima volta a metà febbraio.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie