Giovane si immola, scontri in Tunisia

Polizia usa lacrimogeni, manifestanti bruciano pneumatici

(ANSA) - TUNISI, 1 DIC - Ancora momenti di tensione a Jelma, nel governatorato centrale di Sidi Bouzid, dove la polizia ha usato gas lacrimogeni per disperdere un gruppo di manifestanti che in serata ha bruciato pneumatici e tirato pietre contro gli agenti dopo il funerale del 25/enne Abdelwahab El Hablani, morto dopo essersi dato fuoco per denunciare le proprie condizioni socioeconomiche disperate.
    Amici e parenti del giovane deceduto venerdì scorso hanno bloccato per protesta la strada Gp3 che unisce Tunisi a Gafsa, incolpando le autorità di questa morte, poiché erano note, a loro dire, le condizioni critiche di questo ragazzo.
    Sidi Bouzid è uno dei governatorati più poveri della Tunisia, ove il tasso di disoccupazione giovanile supera il 30%.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA