Sierra Leone vota presidente dopo-Koroma

Sfida tra suo delfino e un ex-militare, ma c'è un terzo incomodo

La Sierra Leone sta votando per il primo turno di presidenziali che dovrebbero risolversi al ballottaggio e che per ora vedono tra i due favoriti Samura Kamara, delfino dell'attuale presidente Ernest Bai Koroma giunto alla fine di un secondo e non più rinnovabile mandato.
    Nelle quarte elezioni dopo la sanguinosa guerra civile finita nel 2002, a sfidarlo c'è soprattutto Julius Maada Bio, sconfitto da Koroma alle presidenziali del 2012. Nessuno dei due dovrebbe poter superare la soglia del 55% e il secondo turno è previsto per questo mese.
    Kamara, emerso battendo una ventina di pretendenti in seno al partito di governo Apc, è già stato ministro degli Esteri e delle Finanze oltre che governatore della Banca centrale dello Stato costiero dell'Africa occidentale.
    Maada Bio, della formazione Slpp, è invece un ex-capo militare che nel 2012 prese il 38% e nel 1996 governò la Sierra Leone per tre mesi dopo aver spodestato un suo superiore (e amico) per restituire il Paese a un potere civile.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA