Zimbabwe: Mugabe, 'mi volevano morto'

Ora vicepresidente è di fatto la moglie Grace

(ANSA) - HARARE, 8 NOV - Il 93enne presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe, oggi ha spiegato per la prima volta pubblicamente, davanti a migliaia di sostenitori, perchè ha deciso di silurare il suo vice Emmerson Mnangagwa, per decenni suo alleato e sostenitore. Secondo Mugabe, Mnangagwa stava complottando contro di lui per toglierlo di mezzo anche con mezzi di 'stregoneria'.
    Ora è la moglie di Mugabe, Grace, già da oggi nominata vice presidente, il suo potenziale successore. Mnangagwa aveva sostituito nel 2014 Joice Mujuru, anche lui 'eliminato' dalla scena politica dello Zimbabwe con l'accusa di aver usato la stregoneria per ordire un complotto anti-Mugabe.
    L'anziano presidente ha anche detto che "alla gente è stato fatto credere che mi ritirerò in marzo. Ma non è vero". La moglie Grace gli ha fatto eco: "Nessuno può rimuovere il presidente ad eccezione di Dio ... E Dio mi ha dato la serenità per cercare di cambiare alcune cose. Amo il mio presidente e lo aiuterò a rendere il Paese più prospero".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA