Mali: media, svizzera rapita a Timbuctu

Sarebbe la stessa donna sequestrata nel 2012 e poi liberata

Una cittadina svizzera è stata rapita nella notte da uomini armati a Timbuctu, nel nord del Mali, dove vive da anni. Lo riferisce Radio France Internationale secondo cui la donna, di nome Beatrice, potrebbe essere la stessa, Beatrice Stockly, che fu rapita nell'aprile del 2012 da fondamentalisti islamici e liberata 10 giorni dopo grazie alla mediazione del Burkina Faso.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA