Gentiloni, non esibire muscoli in Libia

Non porterebbe a stabilizzazione Paese ma confusione in più

(ANSA) - ROMA, 8 GEN - La Libia "non è una palestra per esibizioni muscolari", e occorre evitare "azioni precipitose": lo ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni a Radio Anch'io. Interventi militari "potrebbero anche essere giustificati oggi dall'allarme terrorismo, ma sul terreno non lascerebbero quello che serve, l'avvio della stabilizzazione della Libia, ma forse qualche confusione in più". Nelle prossime settimane "c'è solo un piano nella nostra agenda", la nascita di un governo di unità nazionale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA