Francia: ottavo giorno di scioperi

Bloccato porto di Le Havre, città 'feudo' del premier Philippe

(ANSA) - PARIGI, 12 DIC - Mentre il capo degli "cheminots" del sindacato CGT, Laurent Brun, annuncia che non ci sarà alcuna tregua a Natale se il governo non ritira la riforma delle pensioni, gli scioperi bloccano per l'8/o giorno consecutivo la Francia. Una manifestazione è in programma oggi pomeriggio a Parigi, nella centralissima place de la Republique. Manifestanti stanno bloccando già questa mattina il porto di Le Havre, nel nord.
    Nei trasporti pubblici, la situazione non è mutata rispetto a ieri: circola un treno ad alta velocità su 4, stessa proporzione per i treni di banlieue e gran parte delle linee della metropolitana parigina sono chiuse. Soltanto il 40% degli autobus sono in servizio.
    Le Havre, primo porto francese per il traffico di container e città dove è eletto in Parlamento il premier Edouard Philippe, è bloccata da un migliaio di persone che occupano diverse rotatorie. Si tratta di militanti o aderenti della CGT che protestano contro la riforma delle pensioni. L'intera attività portuale è bloccata.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA