Putin e Xi lanciano maxi gasdotto

Fornirà alla Cina 38 miliardi di metri cubi di gas all'anno

Il presidente russo Vladimir Putin e l'omologo cinese Xi Jinping, in video collegamento rispettivamente da Sochi e da Pechino, hanno tenuto a battesimo il lancio del gasdotto 'Forza della Siberia', costruito da Gazprom, che fornirà alla Cina, a regime, 38 miliardi di metri cubi di gas all'anno.
    Il contratto fu firmato nel 2014 sull'onda della crisi ucraina e del grande gelo fra Russia e Occidente. "Il rapporto energetico fra Russia e Cina raggiunge un altro livello", ha detto Putin dando il via alle forniture.
    "Lo sviluppo delle relazioni russo-cinesi è e rimarrà una traiettoria prioritaria nella politica estera di ciascuno dei nostri Paesi", ha detto Xi nel corso della cerimonia di battesimo del gasdotto, sottolineando come l'entrata in servizio del gasdotto sia "un importante risultato intermedio e l'inizio di una nuova fase della nostra cooperazione".
   

Il gasdotto, lungo 3 mila chilometri, trasporterà il gas dai centri di produzione di Irkutsk e Yakutia ai consumatori dell'Estremo Oriente russo e quindi in Cina, attraverso la rotta orientale. Il prezzo di fornitura del gas è uno dei segreti di Stato più inaccessibili della Russia di Putin ma, stando a indiscrezioni pubblicate da alcuni media russi, varrà circa 400 miliardi di dollari nell'arco dei prossimi 30 anni. Alla cerimonia di lancio del gasdotto ha partecipato anche l'amministratore delegato di Gazprom Alexei Miller, che si trovava presso la città di confine fra Russia e Cina Blagoveshchensk, dove è dislocata una stazione di pompaggio del gasdotto. "Quest'anno celebriamo i 70 anni da quando sono stati stabiliti i legami diplomatici tra Russia e Cina e iniziamo le forniture alla Cina", ha affermato Putin.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA