Brexit: Ue, ancora temi da risolvere

Avramopoulos, discussioni livello tecnico ancora in corso

    "Oggi il capo negoziatore Ue per la Brexit, Michel Barnier ha informato il Collegio dei commissari in merito allo stato dell'arte nei colloqui con il Regno Unito". Lo ha detto il commissario per la Migrazione, Dimitris Avramopoulos, precisando che le "discussioni di livello tecnico si sono protratte fino a notte tarda e sono ancora in corso".
    "Questi contatti sono stati costruttivi ma rimangono ancora una serie di temi importanti da risolvere", ha aggiunto. Barnier informerà il Coreper ed il gruppo di lavoro del Parlamento Ue. "Non voglio entrare nei dettagli sulla Brexit, avete atteso tre anni e non potete aspettare altre tre ore", ha detto Avrapopoulos ai giornalisti che gli chiedevano di precisare lo stato dell'arte sui colloqui in corso fra Ue e Regno Unito.
    Da parte sua, dopo aver parlato al telefono stamane con Boris Johnson e con i vertici di Bruxelles da Dublino, il premier irlandese Leo Varadkar ha detto che "lo spiraglio per un possibile accordo c'è, ma vi sono ancora molte questioni da risolvere".
    Varadkar evoca "progressi", ma resta cauto sui tempi e ipotizza apertamente un Consiglio Europeo straordinario ulteriore, prima del 31 ottobre, se non si farà in tempo a chiudere un accordo entro il summit previsto domani e dopodomani.
    Riferendo al Senato sul Consiglio  europeo di giovedì e venerdì, il
premier Giuseppe Conte ha reso noto che il governo ha "già messo in sicurezza il Paese in caso di no deal, con il decreto legge Brexit che il Parlamento ha convertito in legge. Abbiamo adottato vari piani
operativi su dogane, assistenza alle imprese, diritti dei
cittadini, tutti coordinati da una task force".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA