Arrestato non è mostro di Nantes

Lo dicono gli inquirenti dopo l'arresto di Dupont de Ligonnés

L'uomo arrestato ieri a Glasgow non è il sospetto "mostro" di Nantes, accusato di aver sterminato la sua famiglia 8 anni fa. Il Dna di Xavier Dupont de Ligonnés non corrisponde infatti a quello dell'uomo in mano alla polizia scozzese, secondo quanto si apprende dagli inquirenti francesi.
    L'analisi del DNA che ha escluso che l'arrestato fosse Dupont de Ligonnès, effettuata in meno di 24 ore, è stata possibile grazie al raffronto dell'impronta genetica dell'uomo con quella in possesso della polizia. Gli inquirenti sono in possesso delle impronte digitali e DNA del "mostro di Nantes", prelevate nella residenza del ricercato a Limay, non lontano da Parigi. Quanto alle impronte digitali, corrispondevano soltanto 5 punti sul totale dei 13 caratteristici che devono combaciare per identificare una persona. Secondo la tv BFM, l'arrestato non somiglia neppure fisicamente a Xavier Dupont de Ligonnès: sembra più vecchio dei 58 che dovrebbe avere il ricercato, ma anche la forma degli occhi è diversa.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA