Svezia, chiesti 6 mesi per rapper Usa

Procura, 'non sarebbe appropriata pena diversa da detenzione'

La procura svedese che si occupa del caso del rapper A$AP Rocky ha chiesto sei mesi di carcere per il reato di aggressione per il cantante americano, incriminato per avere aggredito un uomo a Stoccolma il 30 giugno scorso durante la sua tournee europea. Secondo il Guardian, il procuratore Daniel Suneson ha dichiarato alla corte di Stoccolma che il cantante, il cui vero nome è Rakim Mayers, dovrebbe scontare una pena più lunga di due membri del suo gruppo, accusati di aver attaccato la presunta vittima, Mustafa Jafari, in una rissa di strada nel centro della capitale svedese. "Per diverse ragioni, non penso che in questo caso sia appropriato qualcosa di diverso da una pena detentiva", ha affermato il procuratore, chiedendo che Mayers e i suoi due compagni rimangano in custodia a causa del rischio che possano fuggire dal paese.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA