La folla di Trump contro le dem, 'rimandale a casa'

La sentenza di una corte di New York contro il re del narcotraffico

"Rimandale a casa": è il coro scandito dalla folla di fan quando Donald Trump ha nuovamente attaccato in un comizio in North Carolina le quattro deputate democratiche progressiste di colore e di origine straniera, ignorando la fresca condanna della Camera. La sua base ha sposato subito i tweet razzisti in cui le invitava a tornare "nei posti corrotti e infestati dal crimine da cui sono venute", dimenticando che tre di loro sono nate negli Usa. Silenzio finora da Melania (nata in Slovenia) e da Ivanka.

"Send her back", hanno urlato i suoi sostenitori in particolare quando ha evocato il nome della ex rifugiata somala musulmana Ilhan Omar, l'unica delle quattro nata all'estero. Probabilmente sarà uno dei refrain della campagna del tycoon. Un po' come il "Lock her up" (arrestatela) quando Trump attaccava Hillary nella campagna del 2016.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA