• Morto nel sonno Cameron Boyce, giovane star di Disney Channel

Morto nel sonno Cameron Boyce, giovane star di Disney Channel

La famiglia, 'era in cura, ha avuto un attacco'

L'attore Cameron Boyce, giovanissima star delle serie televisive di Disney Channel, è morto a 20 anni.

"Addio Cameron, addio infanzia". "Sarai sempre il Luke di cui mi innamorai da piccola: riposa in pace". "Si è spenta una giovane stella, ma non lo dimenticheremo mai". Con il sorriso e il volto lentigginoso aveva conquistato il pubblico teen prima nel ruolo di Luke, il ragazzino appassionato di videogame della serie Disney 'Jessie', accanto a Debby Ryan, e poi nei panni di Carlos della saga di 'The Descendants': e sono proprio loro, i ragazzi di tutto il mondo, a piangere oggi sui social la scomparsa di Cameron Boyce, morto a soli vent'anni. "Con il cuore in mano annunciamo che stamattina abbiamo perso Cameron. È morto nel sonno a causa di un attacco provocato da una patologia per la quale era in cura", ha spiegato un portavoce della famiglia alla Abc. Il mondo ha perso una delle sue luci più luminose, ma il suo spirito continuerà a vivere attraverso la gentilezza e la compassione di tutti coloro che lo hanno conosciuto e amato. Siamo molto tristi in questo momento e chiediamo la dovuta privacy per affrontare la perdita del nostro prezioso figlio e fratello", ha concluso senza aggiungere dettagli.

Secondo alcuni media americani, a stroncare Cameron sarebbe stata una crisi epilettica. Nato a Los Angeles il 28 maggio, modello dall'età di sette anni, ballerino, volto di campagne pubblicitarie, Boyce ha debuttato in tv nel 2008 nella soap opera General Hospital: Night Shift, mentre al cinema ha recitato in film come Riflessi di paura, Eagle Eye, Un weekend da bamboccioni (1 e 2), Justin Bieber: Never Say Never, e Judy Moody and the Not Bummer Summer. Ma a consacrarlo è stato soprattutto il personaggio di Carlos De Mon, figlio di Crudelia De Mon, nella saga di film per la tv The Descendants, sempre prodotta da Disney, il cui terzo capitolo è atteso in Italia a ottobre. Su Instagram, dove il profilo di Boyce può contare su oltre 10 milioni di follower, il regista di Descendants, Kenny Ortega, lo ricorda così: "Cameron portava amore, risate e solidarietà ogni giorno in sua presenza. Il suo talento sconfinato. La sua gentilezza e generosità erano infinite. È stato un indescrivibile onore e un piacere conoscerlo e lavorare con lui. Ti rivedrò in tutte le cose mio amato e meraviglioso amico. Cercherò nelle stelle la tua luce. Sarai il mio ragazzo per sempre! Cameron vivrai per sempre nei nostri cuori".

Al cordoglio si unisce Bob Iger, presidente e ceo Disney: "Per tanti di noi era un amico, pieno di talento, di cuore e di vita e troppo giovane per morire". "Troppo giovane, troppo dolce, troppo divertente. Il ragazzo più carino, più talentuoso e più in gamba del mondo", scrive invece su Twitter Adam Sandler, che con Boyce ha recitato in Un weekend da bamboccioni. "La tua morte ci ha spezzato il cuore". Oltre a Descendants 3, l'attore aveva finito di girare la serie 'Paradise City', ambientata nel mondo delle rockstar, e doveva apparire accanto a Kathryn Hahn nella serie Hbo 'Mrs. Fletcher'. Boyce si dedicava con passione anche alla filantropia: era riuscito a raccogliere oltre 30mila dollari per il Thirst Project, un'organizzazione no-profit che si occupa di costruire pozzi per l'acqua potabile nello Swziland, e lottava per i diritti degli homeless.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA