Vinitaly: parte il roadshow in Cina

Presenti 55 aziende con 500 marchi totali, 800 incontri B2B

Vinitaly apre il suo roadshow in Cina insieme all'Ice partendo da Pechino allo scopo di allargare la mappa del vino nel Dragone: all'hotel Conrad, a due passi dal centrale quartiere di Sanlitun, 50 aziende hanno presentato un totale di 500 marchi avendo un programma record di 800 incontri business-to-business con importatori, buyer e distributori locali.
    "Una partenza molto buona, frutto del lavoro straordinario di Vinitaly e Ice che hanno messo a fattor comune, tra l'altro, i rispettivi data base permettendo di avere questa partecipazione straordinaria", ha commentato all'avvio della manifestazione Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, che possiede il brand Vinitaly.
    Mantovani ha spiegato, parlando con l'ANSA, che l'Estremo Oriente sarà sempre più strategica per le attività di Veronafiere, tra nuove iniziative in Cina e in Giappone.
    Un peso quello dell'area, quanto al settore del vino, destinato a essere pari in prospettiva a quello del Nord America.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA