Notre-Dame, Pinault dona 100 milioni

Ricca famiglia francese interviene dopo il rogo alla cattedrale. Dalla famiglia Arnault 200 milioni di euro

Al via gara di solidarietà per Notre-Dame. Hanno già superato la soglia dei 600 milioni di euro le donazioni per restaurare la cattedrale, secondo un calcolo realizzato da Bfm-Tv. Tra le ultime, quella della famiglia Bettencourt-Meyers, tra le più ricche di Francia, eredi del colosso L'Oréal, che ha annunciato un aiuto di 200 milioni, di cui 100 attraverso la fondazione Bettencourt Schueller. Al momento si tratta del contributo più importante per restaurare la cattedrale danneggiata dalle fiamme insieme agli altri 200 milioni di euro promessi dal gruppo LVMH della famiglia Arnault.

La famiglia Pinault, tra le piu' ricche di Francia, alla guida del colosso del lusso Kering, annuncia la donazione di 100 milioni di euro per il restauro di Notre-Dame de Paris, dopo il devastante incendio. Lo ha annunciato Francois-Henri Pinault, citato dalla stampa francese.

Il gruppo LVMH (Louis Vuitton Moet Hennessy) e la famiglia Arnault, quarto patrimonio mondiale, hanno annunciato una donazione di 200 milioni di euro per la ricostruzione di Notre-Dame, devastata dall'incendio di ieri. Il gruppo spiega di volersi unire "alla ricostruzione di questa straordinaria cattedrale, simbolo della Francia, del suo patrimonio e della sua unità". Il gruppo, prima ricchezza di Francia, annuncia di mettere a disposizione "tutte le sue squadre di creatori, architetti, finanzieri, per aiutare nel lungo lavoro di ricostruzione e di raccolta di fondi". 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA