Fred Vargas: 'Battisti innocente, non mi scuso'

Scrittrice francese all'ANSA: 'Sue ammissioni non cambiano nulla'

L'ammissione di colpevolezza di Cesare Battisti per l'omicidio di quattro persone durante gli anni di piombo "non cambia nulla alle mie conclusioni di ricercatrice, lo ritengo ancora innocente": lo ha detto la scrittrice francese Fred Vargas intervistata dall'ANSA a Parigi.

"Non ho da presentare nessuna scusa - ha aggiunto la donna che per anni ha difeso Battisti - non ritengo di aver difeso un assassino, è l'ultima cosa che avrei fatto. Purtroppo è triste perché mi prenderanno tutti per un'imbecille ma è così".

Alla domanda se non fosse stata messa al corrente delle dichiarazioni di Battisti, che ha riconosciuto i quattro omicidi durante gli Anni di Piombo e avrebbe inoltre dichiarato, dinanzi ai magistrati, di aver mentito ai suoi sostenitori, incluso in Francia, Vargas ha risposto: "Le sue dichiarazioni non mi feriscono, mi lasciano indifferente. E' possibile che abbia i suoi motivi, forse ci sono delle ragioni, non ne so niente, lo lascio libero di dire cio' che ha scelto di dire".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA