Boeing 737 Max 8, atterraggio di emergenza in Florida

A bordo non c'erano passeggeri, Da giorni bloccato al Cairo altro aereo dello stesso tipo di Air Italy. La Cina ritira l'idoneità al volo

Atterraggio di emergenza di un Boeing 737 Max 8 della Southwest in Florida. L'aereo, che non trasportava passeggeri ma era diretto in California dove la compagnia aerea sta raccogliendo parte dei suoi Boeing 737, era appena partito da Orlando. L'equipaggio - spiega la Federal Administration Aviation - ha lanciato l'allerta pochi minuti dopo il decollo sembra per un problema ad un motore ed e' tornato indietro. Sull'episodio stanno indagando le autorita' preposte.

E un Boeing 737 Max 8 di Air Italy é bloccato da giorni all'aeroporto del Cairo in seguito a disposizioni relative a questo tipo di velivolo coinvolto in due disastri aerei in pochi mesi. "L'aereo Boeing 737 si trova sempre all'aeroporto e ci rimarrà fino alla pubblicazione di un permesso al volo da parte dell'Autorità federale americana e della compagnia Boeing", ha detto all' ANSA una fonte dello scalo del Cairo. La fonte, rimandando a un comunicato dell'Aviazione civile del Cairo, ha ricordato che il 13 marzo scorso "le autorità egiziane dell'Aviazione avevano interdetto il decollo, atterraggio e il passaggio nel proprio spazio aereo degli aerei Boeing 737 Max", ossia "dello stesso tipo di quello schiantatosi in Etiopia". "La decisione era stata presa per la tutela della sicurezza e delle vite dei passeggeri", viene aggiunto, segnalando inoltre che venerdì scorso "decine di passeggeri hanno sporto denuncia alla polizia del turismo" egiziana "contro la compagnia Air Italy per aver annullato un volo diretto a Milano senza averli informati e facendo perdere loro sette ore di attesa in aeroporto".

Intanto la Cina ha deciso di ritirare "in via temporanea" la licenza d'idoneità al volo al Boeing 737 Max 8 a causa dei dubbi sulla sicurezza dopo i due incidenti in meno di 6 mesi costati la vita a quasi 350 persone. "L'attuale inchiesta non ha escluso difetti di progettazione dell'aereo e Boeing sta rivedendo i relativi sistemi", spiega un comunicato della Civil Aviation Administration of China (Caac), che fa risalire lo stop a giovedì 21 marzo. La Cina fu la prima a decidere la messa a terra dei B737 Max all'indomani del disastro Ethiopian Arilines. L'Authority cinese sul trasporto civile ha inviato alcuni esperti per partecipare all'inchiesta avviata dopo l'incidente del 10 marzo di Ethiopian Airlines puntando a esaminare l'idoneità al volo dell'aereo, a partire dalle alterazioni del design. A tal proposito, le applicazioni per richiedere i certificati di idoneità riprenderanno non appena il velivolo avrà soddisfatto tutti i requisiti sulla sicurezza. "Considerando che i due incidenti (il primo a ottobre della Lion Air costò la vita a 189 persone) si sono verificati quando i Boeing 737 Max 8 freschi di consegna sono andati giù pochi minuti dopo il decollo, essi presentano un certo grado di similitudine", si legge ancora nella nota diffusa dai media cinesi.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA