Gilet gialli verso la frontiera italiana, bloccati

Autostrada chiusa per Maxime Nicolle e una trentina di manifestanti

Una trentina di gilet gialli guidati da Maxime Nicolle, alias Fly Rider, presente ieri anche nella manifestazione a Sanremo, sono stati bloccati dalla polizia sul percorso che avevano intrapreso per varcare la frontiera con l'Italia. I circa 30 gilet gialli si erano dati appuntamento allo stadio di Nizza, poi si erano diretti verso l'autostrada A8 per dirigersi a Mentone e verso l'Italia. Sono stati bloccati dalla polizia, compreso Nicolle che tentava di passare in auto.

Nuovi scontri a Parigi, per il 13esimo atto della protesta dei gilet gialli, nei pressi del Senato. Una molotov è stata lanciata al passaggio di una parte del corteo davanti al portone del Senato, nelle vie adiacenti ci sono stati danni alle vetrine, cariche e lancio di lacrimogeni da parte della polizia. Il corteo ha poi preso la direzione di Montparnasse, deviando in parte dal percorso autorizzato dalla prefettura. Poliziotti in assetto antisommossa sono in testa al corteo, furgoni blindati sono in coda.

Scontri a Parigi fin dall'inizio del corteo dei gilet gialli per il 13/o atto della protesta. Lacrimogeni e cariche della polizia sono stati segnalati davanti alla sede dell'Assemblée Nationale, dove i manifestanti hanno provato a superare le transenne. Secondo le prime notizie, un manifestante è rimasto gravemente ferito e avrebbe perso la mano. Manifestazioni sono previste anche in provincia, in particolare a Nizza e - con 'Fly Rider' Maxime Nicolle - alla frontiera con l'Italia. Nel pomeriggio previste iniziative a Bordeaux, Tolosa, Lorient, Caen, Valence, Marsiglia e altre città.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA