Burkina, trovato morto canadese rapito

Si era ipotizzato che si trattasse dell'italiano Luca Tacchetto

   E' stato trovato morto un canadese rapito martedì in Burkina Faso. Lo scrive il sito dell'emittente Ctv News citando un portavoce del ministero della Sicurezza del paese africano. E' dunque di Kirk Woodman il corpo della persona "di razza bianca" il cui ritrovamento era segnalato da media del Burkina.

   Woodman lavorava per la società mineraria Progress Mineral Mining di Vancouver, ricorda il sito dell'emittente canadese in cui peraltro è impiegato suo figlio, Matt. Il portavoce del dicastero, come annunciato ieri, ha ribadito che Woodman era stato rapito in un sito minerario nel nord del paese. Già ieri la ministra degli Esteri canadese Chrystia Freeland aveva detto di disporre di "serie informazioni" sul rapimento e la famiglia aveva rilasciato una dichiarazione in cui affermava la propria fiducia che le autorità canadese avrebbero potuto ottenere un suo rilascio.

    Le indiscrezioni dei media locali sul ritrovamento "del corpo di una persona di razza bianca" aveva fatto pensare in un primo in un primo momento che potesse trattarsi di Luca Tacchetto, l'italiano scomparso dal 15 dicembre scorso mentre viaggiava in Burkina Faso con un'amica canadese Edith Blais.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA