Congo, lleader dell'opposizione vince le prime elezioni democratiche

Felix Tshisekedi, con oltre 7 milioni di voti

    La Commissione elettorale della Repubblica democratica del Congo ha reso noto che il leader dell'opposizione, Felix Tshisekedi, ha vinto le elezioni presidenziali del 30 dicembre scorso. Tshisekedi ha ricevuto oltre 7 milioni di voti contro gli oltre 4 milioni ricevuto dal candidato del partito di governo Emmanuel Ramazani Shadary.

Ma la Chiesa cattolica del Congo afferma che i risultati ufficiali differiscono dal conteggio fatto dai suoi 40.000 osservatori che hanno monitorato il voto.

Il segretario generale dei vescovi congolesi, Donatien Nshole ha però omesso di rivelare chi sia il vincitore secondo il conteggio degli osservatori ecclesiastici. Secondo quanto trapelato nei giorni scorsi, alla Chiesa risulta vincitore l'oppositore Martin Fayulu, anch'egli oppositore.

Il segretario generale della Chiesa cattolica congolese, una delle poche istituzioni che godono di credibilità nel Paese africano, ha esortato alla calma e ha detto che coloro che vogliono contestare l'esito del voto dovrebbero farlo seguendo le procedure legali previste. Che gli osservatori della Chiesa avessero rilevato una vittoria di Fayulu era stato rivelato da un consigliere del presidente uscente, Joseph Kabila, la settimana scorsa, per criticare un monito lanciato dalla Conferenza episcopale nazionale affinché non ci fossero brogli e venisse rispettata la volontà degli elettori. Una vittoria di Fayulu inoltre era stata prevista da uno dei pochi sondaggi attendibili circolati in occasione del voto del 30 dicembre scorso, quello del newyorkese Congo Research Group. Didier Reynders, ministro degli esteri dell'ex potenza coloniale belga, ha detto che il Belgio porrà la questione delle elezioni congolesi al Consiglio di sicurezza Onu, dove Bruxelles ha appena assunto un seggio biennale.   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA