Migranti a Claviere, Francia propone vertice

Con i prefetti, la polizia e i ministri dell'interno per migliorare la cooperazione

La "prassi consolidata" per la prefettura delle Hautes-Alpes, la regione d'Oltralpe al confine con la Valle di Susa; "l'ennesimo abuso" per Matteo Salvini. E' ancora scontro tra Italia e Francia sull'ultimo sconfinamento della gendarmerie a Claviere: tre migranti riportati in Italia, come mostra il video postato ieri su Facebook dal ministro dell'Interno. Che, rimbrottato dal collega francese Christophe Castaner per il suo "rifiuto sistematico a ogni forma di apertura al prossimo", reagisce annunciando l'invio della polizia alla frontiera.

"Lezioni dal governo francese che scarica immigrati di notte nei boschi italiani? No, grazie'", dice il responsabile del Viminale. Insomma, ancora una giornata ad alta tensione sulla linea Roma-Parigi, che in serata il governo francese cerca di stemperare, su iniziativa del ministro Castaner e per bocca della prefetta delle Hautes-Alpes, proponendo "una riunione tra i prefetti, da tenersi sul posto" il prima possibile, "con la partecipazione dei responsabili nazionali della polizia dei due Paesi per migliorare la cooperazione". Una mano tesa, almeno così sembra, che l'Italia dovrà ora decidere se accettare. Lo scontro odierno ha preso le mosse di primo mattino da un comunicato ufficiale della prefettura delle Hautes-Alpes. Il video postato ieri dal ministro dell'Interno, si legge nella nota, "mostra una procedura di non ammissione alla frontiera conforme alla prassi concordata". E il commissariato di Bardonecchia (Torino) ne era "informato". Invoca il diritto europeo la Francia, secondo cui i tre migranti lasciati "sulla linea esatta di demarcazione della frontiera franco-italiana sulla Rn 94", come si vede nel video postato ieri da Salvini, "erano stati controllati al punto di attraversamento autorizzato di Monginevro, 500 metri più lontano". Uno slargo, di pochi metri in territorio italiano, lungo la route nationale che collega Gap a Montgenevre e da lì all'italiana Claviere, abitualmente utilizzato dai francesi - si apprende da fonti sul posto - perché permette ai mezzi di fare manovra. I tre, sostiene ancora la prefettura delle Hautes-Alpes, erano "provenienti direttamente dall'Italia" ed erano "sprovvisti di documenti di viaggio". Per questo motivo, "si sono visti notificare il rifiuto d'ingresso sul territorio francese" e, "conformemente alla procedura, il commissariato di Bardonecchia è stato immediatamente informato".

"La Francia ha comunicato di voler consegnare un gruppo di immigrati alle 9,49 di ieri, peccato li avesse già abbandonati in territorio italiano", ribatte Salvini, secondo cui non esiste "alcun accordo bilaterale Italia-Francia, scritto e ufficiale, che consenta questo tipo di operazioni".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA