• Migranti, allarme Unhcr: 'I viaggi della speranza calano, i rischi aumentano'

Migranti, allarme Unhcr: 'I viaggi della speranza calano, i rischi aumentano'

Nel Mediterraneo cresce il numero di morti rispetto a partenze

I viaggi della speranza dei migranti attraverso il Mediterraneo sono in diminuzione, ma sono anche più rischiosi. A sostenerlo è l'Unhcr, l'agenzia Onu per i rifugiati, nel report 'Viaggi disperati'. Secondo lo studio, se il numero assoluto di morti nel Mediterraneo è calato rispetto allo scorso anno, è invece aumentata l'incidenza percentuale delle vittime. Lo scorso anno le persone che hanno perso la vita mentre tentavano la traversata sono state 2.276 (1 ogni 42 arrivi). Quest'anno si contano 1.095 vittime, una ogni 18 approdi sulle coste europee.

    A giugno si è registrato il picco: un morto ogni 7 arrivi.

    Le autorità libiche hanno intercettato o salvato 18.400 persone tra agosto dell'anno scorso e luglio di quest'anno, segnando un aumento del 38% rispetto allo stesso periodo del 2016 e 2017. Chi viene riportato in Libia, sottolinea Unhcr, viene spesso rinchiuso in centri di detenzione sovraffollati e in condizioni precarie, dove la possibilità di perdere la vita è elevatissima.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA