Figlio Carla Bruni bersaglio razzisti

Aurelien, 16 anni, ha postato tweet per smontare teorie razziste

(ANSA) - PARIGI, 18 MAR - Attivissimo sui social, Aurelien, 16 anni, figlio di Carla Bruni e del filosofo Raphael Enthoven, è oggetto di un'ondata di messaggi razzisti - insulti e molte minacce - dopo aver postato un tweet in cui dimostrava che il razzismo è un'ideologia senza alcun fondamento biologico.
    Centinaia di messaggi di insulti hanno preso di mira il ragazzo da circa 10 giorni. Il figlio che Carla Bruni ebbe prima del matrimonio con Nicolas Sarkozy nel suo post smontava soprattutto le tesi dello psicologo britannico Richard Lynn, con l'aiuto di un amico che si fa chiamare "pensatore selvaggio".
    Antisemitismo, razzismo e varie teorie complottiste venivano prese di mira dai due ragazzi, immediatamente investiti da centinaia e centinaia di messaggi di insulti, almeno 100 di "minacce gravi". La ministra dell'Educazione, Marlene Schiappa, e l'ex premier Manuel Valls hanno condannato queste manifestazioni. La madre, Carla Bruni, si è detta "fiera" della battaglia del figlio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA