Rapita a Kabul una dipendente Onu con la figlia

La donna è afghana e dipendente della Missione di Assistenza delle Nazioni unite. L'autista potrebbe essere stato ucciso

Una dipendente afghana della Missione di assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan (Unama) è stata rapita a Kabul insieme alla figlia che stava portando a scuola. Lo riferisce la tv Tolo. Un giornalista della Bbc a Kabul ha riferito che anche l'autista della donna sarebbe stato sequestrato nella zona di Khair Khana. Secondo questa fonte vi sono voci non confermate che uno dei tre rapiti potrebbe essere stato ucciso.

Citando fonti della polizia l'agenzia Pajhwok riferisce che l'autista della donna, che pure è scomparso, potrebbe avere avuto un qualche ruolo nel sequestro, anche perché il veicolo è stato abbandonato nel luogo dell'incidente in quartiere settentrionale di Kabul. In particolare si è appreso che la persona rapita lavorava per la filiale afghana del Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione

Il ministero dell'Interno afghano ha confermato il rapimento ed ha aggiunto che una terza persona, forse l'autista del veicolo dell'Unama, è stata uccisa nell'operazione del commando avvenuta in un quartiere settentrionale della capitale. Un giornalista della Bbc a Kabul ha saputo tuttavia che la persona deceduta potrebbe essere un parente della donna rapita. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA