Davos: fino a 5.000 soldati per sicurezza Forum

Con agenti delle polizie cantonali provenienti dai 26 cantoni della Confederazione e dal vicino Principato del Liechtenstein, affiancati da 4.400 soldati dell'esercito, il dispositivo per garantire la sicurezza dei prestigiosi ospiti del Forum economico mondiale (Wef) a Davos è pronto, hanno annunciato oggi il comandante della polizia dei Grigioni Walter Schlegel e il comandante responsabile delle truppe impegnate per il Wef Aldo Schellenberg.

Durante la manifestazione, la località alpina svizzera sarà blindata ed il costo delle operazioni ammonta a 9,5 milioni di franchi (circa 8 milioni di euro), ha riferito l'agenzia di stampa svizzera Ats.

La prevista partecipazione venerdi' del presidente statunitense Donald Trump al Forum, benché in forse a causa dei negoziati per revocare lo "shutdown", ha richiesto di collaborare con i servizi segreti americani. La collaborazione dura da due settimane ed è eccellente, ha detto Schellenberg. Durante il Forum, treni e strade di accesso saranno controllati e lo spazio aereo chiuso su un raggio di 25 chilometri, che comprende in parte anche i cieli austriaco e italiano, fino a 6.000 metri sopra il suolo.

Intanto, le forti nevicate su tutta la Svizzera alpina potrebbero complicare l'arrivo a Davos degli invitati. Stamane, diversi collegamenti stradali e ferroviari erano bloccati.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA