Bus precipita in un burrone nella 'Curva del Diavolo' in Perù, 48 morti

Dopo scontro con camion cade da oltre 100 metri di altezza

E' salito ad almeno 48 morti il bilancio dell'incidente stradale che ieri in Perù ha visto un bus precipitare giù da una scogliera su una spiaggia rocciosa, mentre percorreva uno stretto tratto di superstrada conosciuto come la 'Curva del diavolo'.

Le autorità peruviane hanno organizzato un'importante operazione di recupero dei corpi nel luogo dell'incidente, sulla cosiddetta Curva del Diavolo, al km 75 della Panamericana Norte, nei dintorni di Pasamayo, comune di Huaral. Una trentina di pompieri, aiutati da elicotteri della polizia nazionale e due brigate della Protezione Civile hanno prima evacuato i cinque soli sopravvissuti all'incidente - tutti ricoverati in ospedali della zona - per poi concentrarsi sul recupero delle salme delle vittime, prima che salga la marea e copra il luogo dove è caduto il bus.

L'autobus, dell'azienda San Martin de Porres, si è scontrato con un camion che circolava in direzione opposta -uscito dalla sua corsia, apparentemente dopo l'esplosione di una gomma- che lo ha spinto fuori strada, facendolo precipitare da un'altezza di oltre 100 metri, su una piccola spiaggia della costa pacifica.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA