Iran, no arresto donne per abbigliamento

Polizia Teheran ammorbidisce regole rispetto codice islamico

Le donne che a Teheran non rispetteranno le regole di abbigliamento imposte dopo la rivoluzione islamica del 1979 non verranno più arrestate, né processate. Lo ha annunciato il capo della polizia della capitale iraniana, generale Hossein Rahimi, citato dal giornale riformista Sharq. Si tratta di una mossa in linea con le richieste di quella parte di elettorato - soprattutto giovani - che hanno rieletto il moderato Hassan Rouhani alla presidenza. Tuttavia, la decisione è destinata ad incontrare le resistenze dei conservatori, che renderanno difficile la sua attuazione.
    L'agenzia semiufficiale Tasnim scrive che le donne che violeranno il codice dovranno seguire lezioni tenute dalla polizia. L'obbligo a rispettare il codice islamico di abbigliamento resta in vigore nel resto dell'Iran.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA