• Crisi Corea Nord, gli Usa avvertono: 'Prepariamoci al peggio'

Crisi Corea Nord, gli Usa avvertono: 'Prepariamoci al peggio'

Vice di Tillerson: 'Siamo pronti se dovesse fallire la diplomazia'

Gli Stati Uniti "non escludono la possibilita' di negoziati diretti con la Corea del Nord, ma con i loro alleati Giappone e Corea del Sud devono prepararsi al peggio se la diplomazia dovesse fallire": lo ha detto il vicesegretario di stato americano, John Sullivan durante la sua visita a Tokyo.

Una "guerra nucleare potrebbe scoppiare in qualsiasi momento": e' la minaccia lanciata all'Onu dal vice ambasciatore di Pyongyang al Palazzo di Vetro, Kim In Ryong. "Finché nessuno partecipa alle azioni militari Usa contro la Corea del Nord, noi non abbiamo alcuna intenzione di usare o minacciare di usare armi nucleari", ha detto. "Il continente Usa - ha aggiunto - e' nel nostro raggio, se gli Usa invadono anche solo un centimetro del nostro sacro territorio non scamperanno alla nostra severa punizione in qualsiasi parte del globo".
  

La Corea del Nord non è al momento interessata alla diplomazia con gli Stati Uniti: prima vuole centrare l'obiettivo di un missile intercontinentale in grado di raggiungere la costa orientale degli Usa. Lo riporta la Cnn citando alcune fonti di Pyongyang. "Prima di impegnarci in sforzi diplomatici con l'amministrazione Trump vogliamo inviare un chiaro messaggio sul fatto che abbiamo le capacità di rispondere a qualsiasi aggressione americana" dicono le fonti alla Cnn.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA