Collisione nave-barca migranti, si temono 30 vittime

'Salvati oltre 40, recuperati 8 morti, forse 20 i dispersi'

"Forse quasi 30 le vittime dell'incidente avvenuto tra Tunisia e Italia. Salvati oltre 40 migranti. Recuperati otto cadaveri. Si temono 20 dispersi". Lo scrive su Twitter il portavoce dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), Flavio Di Giacomo, in merito al bilancio della collisione avvenuta questa notte tra una nave della Marina militare tunisina e un barcone con a bordo circa 70-80 migranti al largo delle isole Kerkennah.

Sono in deciso aumento gli arrivi di migranti tunisini in Italia. Lo rende noto l'Oim, l'organizzazione internazionale per le migrazioni, spiegando che, secondo le sue stime, 1.400 tunisini sono sbarcati sulle coste italiane il mese scorso, rispetto ai 1.357 dei primi otto mesi dell'anno. Il dato è stato diffuso da Flavio Di Giacomo, portavoce dell'Organizzazione Internazionale per le migrazioni, nel giorno in cui c'è stata una collisione tra una nave tunisina ed una barca con una settantina di migranti, al largo di Tunisi, che potrebbe aver provocato fino a 30 morti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA