Kenya: Odinga, domani non andate lavoro

Candidato opposizione a presidenziali condanna violenza polizia

Il leader dell'opposizione in Kenya, Raila Odinga, sconfitto da Uhuro Kenyatta alle elezioni presidenziali di martedì scorso ha condannato oggi l'uccisione di dimostranti da parte della polizia e ha chiesto ai suoi sostenitori di non andare al lavoro lunedì.
    Odinga ha fatto oggi un comizio a Kibera, baraccopoli di Nairobi dove i suoi sostenitori nei giorni scorsi si sono scontrati con la polizia, hanno incendiato copertoni e saccheggiato negozi e dove alcuni manifestanti sono stati uccisi. La violenza era scoppiata dopo che lo stesso Obinga aveva parlato di voto truccato e di brogli.
    Oggi il leader dell'opposizione ha parlato di "complotto per uccidere i suoi sostenitori" e ha detto che per protestare chi lo appoggia domani non dovrebbe andare a lavorare. Ha inoltre annunciato per martedì un altro discorso più importante.
    Secondo un'organizzazione per i diritti umani in Kenya, dal giorno successivo alle elezioni sono 24 le persone uccise negli scontri.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA