Libia:governo Sarraj condanna raid base

'Aperta inchiesta, noi estranei'.Chiesto immediato cessate fuoco

Il consiglio presidenziale libico guidato da Fayez al Sarraj condanna "con forza" l'attacco contro la base aerea di Brak Al-Shati, nel sud della Libia. L'assalto "è volto a minare la stabilità del Paese", si legge in un comunicato nel quale il consiglio presidenziale annuncia l'apertura di una inchiesta e precisa di "non aver dato alcun ordine" e di essere "estraneo all'attacco". Il consiglio chiede poi alle parti belligeranti di "cessare immediatamente il fuoco".
   Secondo "fonti mediche libiche" citate dall'emittente Sky News Arabiya, sarebbe di 134 morti il bilancio dell'attacco alla base aerea. Secondo le fonti dell'ospedale pubblico di Brak "ci sono persone che sono state sgozzate", altre uccise a colpi di arma da fuoco, "altre bruciate" e qualcuno è stato "schiacciato da veicoli militari", scrive il sito della tv parlando dell'attacco di "milizie estremiste" contro la base dell'esercito.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA