Tre morti a cortei protesta in Venezuela

l presidente Maduro ha detto che oltre 30 persone sono state arrestate

Almeno tre persone sono state uccise in Venezuela durante le proteste di ieri contro il governo di Nicolas Maduro: secondo quanto riporta oggi la Bbc online, oltre al 17enne morto a Caracas e alla donna di 23 anni uccisa a San Cristobal, nell'ovest del Paese, una guardia nazionale e' morta a sud della capitale. Decine di migliaia di persone sono scese in piazza in tutto il Paese per chiedere nuove elezioni e il rilascio di leader dell'opposizione in carcere. Allo stesso tempo, sostenitori del governo hanno organizzato una contromanifestazione a Caracas, mentre il presidente Maduro ha detto che oltre 30 persone sono state arrestate.

Intanto sta facendo il giro del mondo la foto di una donna da sola avvolta in una bandiera venezuelana davanti a un blindato della Guardia nazionale bolivariana: è una delle immagini più riprese in queste ore - che ricorda quella scattata a Pechino a piazza Tian an men - dopo la megamarcia antichavista di ieri a Caracas. Il video con la donna, che blocca e fa retrocedere il blindato, è stato girato nella capitale "mentre i militari attaccavano i manifestanti con gas lacrimogeni", hanno sottolineato i media dell'opposizione di Caracas. Tra le altre immagini più diffuse anche quelle che ritraggono i due ragazzi uccisi durante le manifestazioni: Paola Ramirez, di 23 anni, raggiunta da colpi di arma da fuoco a San Cristobal, e Carlos Jose' Moreno, 17 anni, ucciso a Caracas.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA