Affamarono colf filippina, condannati

La donna aveva perso 20 chili prima di riuscire a fuggire

Due coniugi di Singapore sono stati condannati rispettivamente a tre settimane e tre mesi di reclusione per aver affamato la loro governante filippina in un periodo di 15 mesi, costringendola a dimagrire fino ai 29 chili di peso, in un caso che ha creato polemiche nella città-stato ed è diventato il simbolo degli abusi a cui le tante colf straniere vengono sottoposte. La governante, Thelma Oyasan Gawidan (41 anni), aveva perso 20 chili mentre lavorava per la coppia, che le aveva sequestrato il passaporto e il cellulare.
    La donna veniva nutrita solo con pane e noodle in scatola due volte al giorno, era costretta a dormire in uno sgabuzzino e a fare non più di due docce a settimana. Nell'aprile di tre anni fa era riuscita a scappare presso un'organizzazione di sostegno ai lavoratori migranti. I due condannati sono l'operatore finanziario Lim Choon Hong e la moglie Chong Sui Foon. Oltre alle tre settimane di reclusione, l'uomo è stato condannato al pagamento di una multa di circa 6.600 euro

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA