Tunisia: due anni fa la strage al Bardo

24 morti in tragico attentato Isis, Paese ha reagito

Ricorrono oggi due anni esatti dal tragico attentato terroristico al Museo del Bardo, nel quale persero la vita 24 persone, tra le quali 4 turisti italiani. Il 18 marzo 2015 due giovani tunisini, Yassine Labidi e Jabeur Khachnaoui (poi uccisi dalle forze speciali), armati di kalashnikov, entrarono nella struttura che si trova proprio di fianco al parlamento, per compiere una carneficina con l'obiettivo di colpire uno dei luoghi simbolo del Paese.
    Quell'attentato (rivendicato dall'Isis) e quelli che seguirono nel 2015 colpirono al cuore l'economia del turismo, un settore che rappresenta il 7% del Pil del Paese, ma la Tunisia seppe reagire con forza ad ogni attacco, varando tra l'altro a fine luglio 2015 una severa legge antiterrorismo. "La situazione sicurezza in Tunisia ora è nettamente migliorata", ha detto recentemente il premier in Parlamento, ma la lotta al terrorismo è ancora lunga.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA