Somalia accusa Riad per raid su barcone

42 corpi di profughi recuperati davanti alle coste dello Yemen

 - MOGADISCIO - Il governo della Somalia ha oggi chiaramente accusato l'Arabia Saudita (e la coalizione da essa guidata nella guerra contro i ribelli sciiti yemeniti) di aver attaccato ieri con un elicottero da combattimento un barcone carico di profughi somali davanti alle coste dello Yemen. 42 i cadaveri recuperati ma le vittime potrebbero essere molte di più.
    Il ministro degli Esteri somalo ha definito "orribile" il bombardamento compiuto dall'elicottero militare e ha chiesto agli Stati Uniti, che fanno parte della coalizione a guida saudita, di aprire un'inchiesta dato che "è veramente un'infamia colpire un barcone di profughi".
    Il natante con a bordo decine di persone, tra cui donne e bambini, si trovava a più di 30 miglia dalla costa yemenita quando è stato colpito e affondato. Secondo un sopravvissuto, i profughi somali stavano cercando di raggiungere il Sudan via mare.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA