May vede leader Scozia-Galles-Ulster

Brexit, non c'è accordo su come condurre i negoziati con l'Ue

Non è stato raggiunto un accordo al termine del vertice a Cardiff tra la premier britannica Theresa May e i leader delle tre 'nazioni' emerse dal processo di devolution, Scozia, Galles e Irlanda del Nord. Non sono bastate le rassicurazioni del primo ministro sul fatto che verranno ascoltate le loro istanze in vista dei negoziati per l'uscita dall'Ue. I tre leader vorrebbero invece un ruolo attivo nelle trattative che non appare una via percorribile per Downing Street, secondo cui Londra deve portare avanti una unica posizione a Bruxelles nell'interesse di tutto il Regno Unito, come ribadito di recente anche dalla Corte suprema. La posizione del 'first minister' gallese Carwyn Jones appare possibilista rispetto a un accordo con May, affermando che i loro punti di vista "non sono irreconciliabili". Non si può certo dire lo stesso per la leader scozzese Nicola Sturgeon, secondo cui i colloqui di oggi sono stati "molto deludenti".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA