• Elezioni Germania, boom dell' ultradestra alle regionali. Petry (Afd): "La Merkel si rovescia da sola"

Elezioni Germania, boom dell' ultradestra alle regionali. Petry (Afd): "La Merkel si rovescia da sola"

Nel Meclemburgo la Cdu viene superata dall'Afd. Per leader populista è una sconfitta personale della cancelliera: "Politica catastrofica sull'immigrazione"

"Angela Merkel si rovescia da sola". Lo ha detto la leader della destra populista Frauke Petry questa mattina alla tv all-news Phoenix commentando il successo del suo partito in Meclemburgo che, a suo avviso, rappresenta una sconfitta personale della cancelliera. "Merkel e l'Spd illudono i cittadini, che si tratti di finanza o di crisi dei migranti - ha aggiunto Petry - sono sul punto di liquidare questo Paese e per questo le persone votano Afd".

Impegnata in Cina al vertice del G20, Angela Merkel non ha ancora commentato il risultato del voto regionale in Meclemburgo. Lo farà oggi intorno alle 12 direttamente da Hangzhou, dopo la conclusione del vertice, quando parlerà del voto e del bilancio del G20. Èun'eccezione rispetto alla tradizione seguita finora da Merkel di non trattare all'estero temi di politica interna.

Anche i risultati definitivi diffusi dall'agenzia Dpa confermano che nelle elezioni regionali in Meclemburgo il partito Cdu della cancelliera Angela Merkel, col 19,0% dei voti, è stato superato dai populisti di destra anti-migranti dell'Alternativa per la Germania (Afd) che hanno ottenuto il 20,8%. A vincere è stato il partito socialdemocratico col 30,6% dei voti.

La Cdu ha dunque perso 4,0 punti rispetto alle precedenti elezioni del 2011, quando già aveva avuto il peggior risultato di sempre in Meclemburgo, e la Spd 5,0. L'Alternativa per la Germania (Afd) si presentava per la prima volta alle elezioni per il parlamento regionale. Gi altri "risultati finali provvisori" annunciati dall'agenzia tedesca attribuiscono il 13,2% (-5,2 punti) al partito di sinistra Linke e 4,8% (-3,9) ai Verdi che quindi escono dal Landtag di Schwerin assieme ai neonazisti della Npd (3,0%, -3,0 punti). Già fuori erano i liberali della Fdp che hanno ottenuto il 3,0% (in aumento di 0,2 punti rispetto alle precedenti elezioni). L'affluenza, in aumento di 10,1 punti, è stata del 61,6%.

"Per Angela Merkel è un tonfo non solo a Berlino ma anche nel suo collegio elettorale del Meclemburgo" e "la sua catastrofica politica sull'immigrazione" ha oscurato tutti gli altri campi della politica. Lo ha detto la leader di Afd Frauke Petry. Gli altri partiti sono stati bocciati perché "per troppo tempo non hanno ascoltato gli elettori", ha aggiunto Petry. La leader del partito nazional-populista ha concluso affermando che il suo partito farà "un buon lavoro di opposizione" e non "un'opposizione di tipo fondamentalista".

"Siamo felici che il nostro presidente in Meclemburgo abbia ottenuto un buon risultato, tenendo conto che solo poche settimane fa i sondaggi ci davano poco sopra il 20%". Lo ha detto il leader dell'Spd e vice cancelliere Sigmar Gabriel. Riguardo al tema dominante delle elezioni in Meclemburgo, i profughi, Gabriel ha ribadito che "da oltre un anno diciamo che non basta dire ce la facciamo ma che bisogna realizzare le condizioni per l'integrazione e anche fare in modo che i tedeschi non si sentano marginalizzati". "Spero che il nostro partner di governo adesso lo capisca", ha concluso Gabriel.

 

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA