Tunisia, deposito armi a Ben Guerdane

Scoperto dopo confessioni jihadisti presi in operazione 7 marzo

Unità dell'esercito e della Guardia nazionale tunisina, hanno scoperto un altro deposito di armi e esplosivi nei pressi della città di Ben Guerdane, al confine con la Libia. Lo ha reso noto il ministero dell'Interno spiegando che l'operazione è stata effettuata in base alle confessioni dei jihadisti arrestati nell'operazione antiterrorismo scattata il 7 marzo scorso. Nel deposito sono state trovate 4 cinture esplosive, 4 mine tradizionali da utilizzare contro autoveicoli o edifici, 27 cariche esplosive adesive, 9 blocchi di TNT, 2 caricatori per kalashnikov, 7 silenziatori, 9 cellulari gsm adibiti a azionare esplosioni a distanza, 301 detonatori, 7 potenziatori di esplosione.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA