Sostenitori Sadr in piazza a Baghdad

Per chiedere riforme politiche e lotta alla corruzione

Per il terzo venerdì consecutivo migliaia di persone, in maggioranza seguaci del leader radicale sciita Moqtada al Sadr, sono tornate a manifestare a Baghdad e in altre città del Paese per chiedere al governo del primo ministro Haidar al Abadi riforme politiche e una lotta efficace contro la corruzione. I manifestanti, che sventolavano bandiere irachene, hanno intonato slogan di protesta contro la corruzione e per chiedere un miglioramento dei servizi pubblici. Il raduno è stato caratterizzato da una minore tensione rispetto alla settimana scorsa, quando i partecipanti si erano ammassati alla principale entrata alla Zona Verde. Durante la manifestazione è stato trasmesso un videomessaggio di Al Sadr, che si è presentato indossando sulle spalle un mantello bianco come simbolo del sudario, volendo mostrare di essere pronto a sacrificare la sua vita a difesa delle sue richieste. Il leader sciita ha tra l'altro chiesto ai dirigenti politici di offrire metà del loro stipendio "per aiutare le famiglie povere".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA