Migranti: Austria annuncia controlli ai valichi con l'Italia

A Tarvisio, Brennero e Resia. Controlli a veicoli, treni e persone. Juncker, aberrante chiudere frontiere in Ue

Vienna annuncia che saranno svolti controlli per limitare il flusso dei migranti sui valichi con l'Italia di Tarvisio, Brennero e Resia. Sono 12 i valichi sul confine meridionale che saranno presidiati. Come riferisce l'agenzia austriaca Apa, ne hanno dato notizia il ministro degli Interni Johanna Mikl Leitner ed il ministro della Difesa Hans Peter Doskozil.

Si tratta del presidio classico delle frontiere, con punti di osservazione. Ai valichi l'attenzione sarà rivolta al traffico dei veicoli, dei treni e delle persone, ha spiegato Vienna. Degli appositi nuclei di intervento saranno impiegati, se del caso, per impedire l'intrusione di gruppi di persone che dovessero fare uso della forza. Controlli adeguati - si afferma infine - saranno svolti anche nelle zone a ridosso della frontiera. Il ministro degli esteri Johanna Mikl Leitner ha spiegato che i tempi dipenderanno dall'evolversi delle rotte seguite dai migranti. Una "cooperazione estremamente intensiva" viene auspicata dal ministro per quanto concerne i controlli al valico del Brennero, "a causa della particolare situazione storica di questa località". Mikl Leitner non esclude "se necessario" anche l'eventuale utilizzo "di recinzioni".

Juncker, aberrante chiudere frontiere in Ue "Non sono a favore della chiusura delle frontiere in Unione europea, la trovo aberrante, o siamo un continente vero o siamo un insieme che si chiude in categorie nazionali": lo ha detto il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker parlando al Parlamento europeo"

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA