Zika, Oms: 18 mesi per sperimentazioni larga scala

Di possibili vaccini contro il virus. Venezuela, primi tre morti per complicazioni. Primo caso nel Maryland

Si dovrà attendere almeno 18 mesi per le sperimentazioni su larga scala di possibili vaccini contro il virus Zika: lo ha reso noto oggi l'Organizzazione mondiale della sanità. "Il contesto sta evolvendo molto rapidamente ed i dati cambiano ogni giorno. Circa 15 compagnie o gruppi hanno avviato lavori su vaccini. Molti hanno appena cominciato", ha detto in una conferenza stampa Marie-Paule Kieny, vice direttore generale dell'Oms per i Sistemi di salute e l'innovazione. Due candidati-vaccini sembrano più sviluppati, un vaccino a Dna del National Institute for Health (Us) ed un prodotto disattivato della Bharat Biotech, in India, ha aggiunto Marie-Paule Kieny precisando che l'attuale assenza di modelli animali e reagenti rallenta lo sviluppo.

Il Venezuela annuncia le prime vittime legate a Zika: il presidente Nicolas Maduro ha detto ieri sera che almeno tre persone sono morte a causa di complicazioni per il virus portato dalle zanzare. Maduro ha aggiunto che 68 persone sono state ricoverate in ospedale nel Paese sudamericano con complicazioni correlate a Zika. In Venezuela sono stati registrati oltre 5.000 casi sospetti dal novembre dello scorso anno, ma secondo organizzazioni sanitarie locali il numero reale è probabilmente molto più alto.

Le autorita' sanitarie del Maryland hanno confermato il primo caso di paziente affetto dal virus Zika nello Stato americano. Si tratta di una persona che ha viaggiato in uno dei Paesi dove la trasmissione del virus e' considerata attiva.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA