Onu, Assange 'detenuto arbitrariamente'

Conclusioni del Gruppo di lavoro sulla vicenda dell'australiano

Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange è stato "arbitrariamente detenuto" da Svezia e Regno Unito dal suo arresto a Londra il 7 dicembre 2010, a seguito dell'azione legale contro di lui da entrambi i governi. Lo conferma un comunicato reso noto oggi a Ginevra sulle conclusioni del Gruppo di lavoro sulla detenzione arbitraria sul caso "Assange" dopo le anticipazioni di ieri sul lavoro del comitato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA