Brexit: Tory divisi alla Camera

Da fronte opposto Labour accusa Cameron d'inseguire euroscettici

 "Davvero patetico". Alza ancora i toni Nigel Farage, leader anti-Ue dell'Ukip, contro il contenuto della bozza d'intesa sulla riforma delle relazioni fra Londra e Bruxelles presentata dal presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk, dopo gli ultimi colloqui negoziali con il premier Gb, David Cameron. Difesa come una buona "cornice" di un accordo da perfezionare anche dal ministro degli Esteri, Philip Hammond, uno degli uomini meno filo-europei del governo Cameron, la bozza è stata illustrata alla Camera dei Comuni, convocata d'urgenza su richiesta dell'opposizione laburista. Ma a sottoporsi a domande e critiche è stato il sottosegretario degli Affari Europei, David Lidington. In Parlamento i Tory sono apparsi divisi, con diversi deputati che hanno confermato la dissociazione dalla linea del premier e la loro adesione alla campagna per la Brexit. Dal fronte laburista l'accusa rivolta a Cameron dall'ex ministro ombra degli Affari Europei, Pat McFadden, è stata quella d'aver inseguito troppo gli euroscettici.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA