Isis: Pentagono chiede all'Italia anche raid in Iraq

Carter scrisse a ministro Pinotti e ad altri partner a dicembre

"Facendo riferimento alle nostre conversazioni durante la mia  visita a Roma di inizio ottobre, spero che in futuro l'Italia considererà di contribuire con raid (strike capability) nella lotta contro l'Isis" in Iraq. E' questo uno dei passaggi della lettera inviata dal ministro della Difesa americano Ashton Carter al ministro italiano Roberta Pinotti, resa nota dal sito Wikilao, che la pubblicherà domani. - Nel testo Carter chiede anche che l'Italia valuti di contribuire con più forze per operazioni speciali, con assetti aerei da ricognizione e per la ricerca e soccorso, nonché con supporti medici per le forze di sicurezza irachene.

"Apprezziamo profondamente l'impegno dell'Italia in questa lotta, tuttavia c'è ancora molto lavoro da fare". Così il capo del Pentagono Ash Carter scriveva al ministro italiano della Difesa Roberta Pinotti lo scorso dicembre circa la lotta all'Isis. Lo riferisce il New York Times che spiega come Carter scrisse allora a diversi partner sollecitando di fare di più nella lotta all'Isis.
    Nella lettera datata primo dicembre - citata dal New York Times come ottenuta dal sito Wikilao - il responsabile della Difesa Usa Ash Carter spiegava come gli italiani, che hanno guidato l'addestramento delle forze di polizia irachene poi impiegate nel prendere il controllo delle città riconquistate dallo Stato Islamico, possano aiutare la coalizione inviando più addestratori e personale aggiuntivo per aiutare nelle operazioni di sorveglianza, intelligence e di ricognizione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA