Migranti: Oim, già 244 i morti in mare nel 2016

218 annegati nell'Egeo, gli altri sulla rotta da Libia a Italia

Sono 244 i migranti che hanno perso la vita nel Mediterraneo in meno di un mese del 2016. Lo ha detto venerdì il portavoce dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), Joel Millman. La maggior parte di loro, 218 persone, sono annegate nel tentativo di attraversare il mar Egeo per dirigersi dalla Turchia verso le coste greche, "aumentando a un tasso allarmante", mentre le altre sono morte sulla rotta che porta dalla Libia all'Italia. Secondo l'Oim i migranti sbarcati quest'anno in Grecia sono finora circa 55mila. 

Secondo l'Oim, sempre dall'inizio dell'anno, un numero stimato di 55.528 migranti e rifugiati hanno attraversato il Mediterraneo per entrare in Europa. Il totale degli arrivi dal primo al 28 gennaio registra una media vicina ai 2mila al giorno, cioè quasi quanto in tutto il mese di gennaio 2014. La maggior parte dei migranti e rifugiati è giunta in Grecia (52.055) mentre 3.473 sono arrivati in Italia. Anche la maggioranza dei decessi in mare è stata registrata tra le persone che tentavano di giungere in Grecia (218 morti dall'inizio del 2016), mentre 26 persone sono decedute mentre tentavano di raggiungere l'Italia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA