Turchia, Isis vuole avvelenare l'acqua

Rapporto intelligence, 'piano per diffondere la tularemia'

L'Isis sta pianificando di avvelenare le fonti idriche della Turchia. Lo sostiene un rapporto "confidenziale" dell'intelligence turca, sottoposto venerdì al vicegovernatore di Istanbul e svelato oggi dai media. Secondo gli 007 lo Stato islamico, che avrebbe già compiuto attacchi con armi chimiche in Siria e Iraq, punta a diffondere diversi batteri, tra cui quelli che causano la tularemia, la cosiddetta 'febbre dei conigli', con sintomi difficili da diagnosticare perché simili a quelli di altre influenze.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA