Nespresso fa causa per uno spot di una concorrente con il sosia di Clooney

Chiesti 50mila dollari di risarcimento e rimozione spot

Clooney e Nespresso, binomio inconfondibile. Non per la compagnia di caffè israeliana, la Israeli Espresso Club, che ha cercato invece di confondere le idee a suo vantaggio ricorrendo ad un sosia della star hollywodiana per un suo spot. Mossa che che gli è subito costata una citazione in giudizio da parte della Nespresso che rivendica l'unicità del suo volto-immagine.

Durante la pubblicità della compagnia israeliana compare una scritta sullo schermo che avverte che l'attore, dai capelli argento e con in mano quello che sembra essere un sacchetto di Nespresso, "non è George Clooney. La Nespresso chiede 50,000 dollari di danni e la rimozione dell'annuncio pubblicitario.

Lo spot della società concorrente con il sosia di Clooney (da Youtube)

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA