Isis rivendica spari contro turisti Israele in Egitto

E sabotaggio condotto per gas da Sinai a Giordania

Il network di propaganda dell'Isis Amaq News rivendica gli spari di ieri contro un bus di turisti israeliani nei pressi delle Piramidi, a Giza in Egitto. Lo riferisce il Site. Mentre la 'Provincia del Sinai' dello Stato islamico la paternità del sabotaggio, ieri in tarda serata nel Nord del Sinai, del gasdotto verso la Giordania. Ieri, un autobus di turisti arabo-israeliani ha avuto vetri infranti da spari esplosi davanti a un hotel del Cairo sulla via verso le Piramidi durante uno scontro tra forze di sicurezza e sconosciuti. Non ci sono state vittime. Alcuni media hanno parlato di "simpatizzanti" dei Fratelli musulmani entrati in azione. Il gasdotto in Sinai, riferisce al Aharam, è stato fatto saltare ieri in tarda serata, nei pressi del villaggio di El-Midan: nel suo comunicato, la 'Provincia del Sinai' dell'Isis, ovvero i jihadisti di Ansar Beit al Maqdis (I partigiani di Gerusalemme) che hanno aderito al 'Califfato', affermano che la Giordania non "riceverà una goccia di gas finché Abu Bakr al Baghdadi non lo permetterà".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA